La Rivista Italiana delle Malattie Rare

App per malattie rare: una valutazione qualitativa | Un nuovo...

Un nuovo studio (1), pubblicato sul Journal of Medical Internet...

News 2022
App per malattie rare: una valutazione qualitativa

25/10/2022

App per malattie rare: una valutazione qualitativa

Un nuovo studio (1), pubblicato sul Journal of Medical Internet Research e basato su una review della letteratura sul tema, ha valutato la... Un nuovo studio (1), pubblicato sul Journal of Medical Internet Research e basato su una review della letteratura sul tema, ha valutato la... Un nuovo studio (1), pubblicato sul Journal of Medical Internet Research e basato su una review della letteratura sul tema, ha valutato la... Un nuovo studio (1), pubblicato sul Journal of Medical Internet Research e basato su una review della letteratura sul tema, ha valutato la... Un nuovo studio (1), pubblicato sul Journal of Medical Internet Research e basato su una review della letteratura sul tema, ha valutato la...

Un nuovo studio (1), pubblicato sul Journal of Medical Internet Research e basato su una review della letteratura sul tema, ha valutato la qualità delle app mobili dedicate alle persone affette da malattie rare con lo scopo di formulare raccomandazioni per i futuri sviluppatori.

La ricerca di applicazioni rilevanti per la salute e specifiche per le malattie rare è stata condotta su Google Play Store (Android) e su Apple App Store (iOS) includendo i nomi di 10 gruppi di malattie rare. La qualità delle app è stata determinata attraverso la Mobile App Rating Scale (MARS), valutando aspetti quali il coinvolgimento, la funzionalità, l'estetica e le informazioni fornite.

Sono state trovate 29 app rilevanti (su un totale di 2272) relative a 14 malattie rare o gruppi di malattie. Le condizioni rare più comuni sono state la fibrosi cistica (n=6), l'emofilia (n=5) e la talassemia (n=5). Le caratteristiche più comuni delle app erano informazioni basate sul web e dati registrati tramite symptom tracker. Il punteggio medio MARS è stato di 3,44 (SD 0,84). I punteggi più bassi erano quelli relativi al coinvolgimento.

I risultati mostrano che la maggior parte delle app fornisce informazioni sulla patologia, strumenti per l'autocontrollo e risorse per migliorare le interazioni durante le consultazioni sanitarie. Poiché la qualità delle varie app è risultata estremamente variabile, gli autori della ricerca raccomandano agli sviluppatori di coinvolgere sempre pazienti e medici nella progettazione. I ricercatori infine rilevano che nonostante le potenzialità di questi strumenti per la comunità dei rari, queste applicazioni siano ancora poco sviluppate, poco pubblicizzate, e difficili da trovare all’interno degli app store.

 

1. Hatem S, Long JC, Best S, et al. Mobile Apps for People With Rare Diseases: Review and Quality Assessment Using Mobile App Rating Scale. J Med Internet Res. 2022 Jul 26;24(7):e36691.


 

News

21/06/2024

Fibrosi cistica: finanziata ricerca del Gaslini per nuove terapie

L’IRCCS G. Gaslini di Genova ha ottenuto un finanziamento di 200.000 euro per 3 anni dal Cystic Fibrosis Trust (Gran Bretagna) nell’ambito del bando...

19/06/2024

Malattia di Huntington: scoperte nuove informazioni sulle molecole circolari non codificanti

I meccanismi molecolari della malattia di Huntington (HD) sono molto complessi: lo sanno bene i ricercatori del laboratorio di Neuro-epigenetica...

18/06/2024

Exa-cel, i dati a lungo termine evidenziano un beneficio duraturo nel trattamento di anemia falciforme e talassemia

Presentati al Congresso annuale dell'Associazione Europea di Ematologia (EHA) 2024 i risultati a lungo termine degli studi clinici globali su exagamglogene...

×
Immagine Popup