La Rivista Italiana delle Malattie Rare
www.malattielisosomiali.it

In questo numero della Rivista Italiana delle Malattie Rare

editoriale

Conoscenza e/è libertà

Bruno Bembi

Scrivo questo editoriale dopo aver assistito allo spettacolo shoccante, un impressionante corteo di “no green-pass/no vax” che ha sfilato per le vie della mia città, Trieste. Cosa sta succedendo? Come è possibile che bravi cittadini, disposti a far colletta per garantire la terapia genica a bambini con malattie rare, diventino antagonisti di uno dei migliori sistemi sanitari esistenti? Cosa fare per evitare la deriva anti-scientifica e aiutare queste persone a uscire dalla paranoia?

Guarda la videopillola

review

Epatite autoimmune

Alessio Gerussi, Anna Gambarotto, Laura Cristoferi, Marco Carbone, Pietro Invernizzi

L’epatite autoimmune è una rara patologia autoimmune del fegato, caratterizzata da presentazione clinica eterogenea e un iter diagnostico complesso; se non riconosciuta e trattata precocemente può evolvere a cirrosi, insufficienza epatica e morte. Le terapie disponibili sono efficaci ma gravate da importanti effetti collaterali.

dalle reti italiane

IPINet, il registro italiano delle immunodeficienze primitive

Alessandro Plebani

La rete è nata per definire la distribuzione e le caratteristiche dei pazienti con IDP in Italia e aumentare la consapevolezza su queste malattie, con l’obiettivo di rendere omogenea l'assistenza dei pazienti secondo le più recenti linee guida internazionali.

ricerca e innovazione

L’utilizzo dei sensori inerziali nel follow-up delle malattie rare

Stefano Rossi

Lo sviluppo tecnologico nei sistemi di misurazione e di tracciamento di movimento ha visto applicazioni in ambiti diversi, ma soprattutto in ambito clinico ha rivoluzionato l’approccio valutativo della disabilità. Questo è di particolare importanza nelle patologie rare, dove per la gestione e il monitoraggio della malattia è cruciale quantificare la qualità del movimento del paziente e personalizzare la valutazione della sua disabilità durante lo svolgimento dell’attività quotidiana.

Guarda la videopillola

l’opinione

Le reti di riferimento europeo per le malattie rare: update e programmi per il futuro

Maurizio Scarpa

Gli ERN sono un programma della Commissione Europea che viene rinnovato a cadenza quinquennale e rappresenta una delle maggiori testimonianze dell’importanza della collaborazione tra paesi europei. La definizione di linee guida internazionali, la promozione di programmi di transizione, e l’integrazione con i sistemi sanitari nazionali sono tra le sfide maggiori in un sistema continentale caratterizzato da 27 realtà sanitarie distinte.

il caso clinico

Significativo arresto della crescita ponderale: non solo genetica

Paola Cianci, Alessandro Cattoni, Angelo Selicorni

Alla luce della scarsa specificità clinica, la diagnosi di sindrome diencefalica è spesso ritardata. Il caso qui presentato mostra come di fronte a un bambino con significativa deflessione della curva di crescita ponderale, soprattutto in assenza di tratti chiaramente dismorfici o di altre cause organiche apparenti, è importante considerare l’esecuzione di una RMN encefalo.

La sindrome da chilomicronemia familiare: a che punto siamo?

La sindrome da chilomicronemia familiare: a che punto siamo?

Leggi l'articolo
News

03/12/2021

Amaurosi di Leber, intervento con la prima terapia genica oculare

Trattato con la terapia genica il primo paziente con Amaurosi congenita di Leber (LCA) all’Ospedale Sacco di Milano. Il trattamento è stato reso...

29/11/2021

COVID-19: Regione Lombardia proroga la validità dei Piani terapeutici per malattie rare

Facendo seguito alla nota regionale G1.2021.0061282 del 26/10/2021, Regione Lombardia comunica la proroga della validità dei...

19/11/2021

Sindrome di Hurler: primi risultati positivi della terapia genica

Crescono e stanno bene i primi 8 bambini con sindrome di Hurler che hanno ricevuto l’innovativo trattamento presso l’Istituto San Raffaele...

 
 
×
Immagine Popup