La Rivista Italiana delle Malattie Rare

Distrofia muscolare di Duchenne: l’FDA approva givinostat per il...

La Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha approvato...

News 2024
Distrofia muscolare di Duchenne: l’FDA approva givinostat per il trattamento per via...

25/03/2024

Distrofia muscolare di Duchenne: l’FDA approva givinostat per il trattamento per via orale di pazienti di età pari o superiore a 6 anni

La Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha approvato givinostat, un nuovo inibitore dell'istone deacetilasi, per il trattamento di pazienti di età ≥ 6 anni affetti da distrofia muscolare di Duchenne (DMD). La Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha approvato givinostat, un nuovo inibitore dell'istone deacetilasi, per il trattamento di pazienti di età ≥ 6 anni affetti da distrofia muscolare di Duchenne (DMD). La Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha approvato givinostat, un nuovo inibitore dell'istone deacetilasi, per il trattamento di pazienti di età ≥ 6 anni affetti da distrofia muscolare di Duchenne (DMD). La Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha approvato givinostat, un nuovo inibitore dell'istone deacetilasi, per il trattamento di pazienti di età ≥ 6 anni affetti da distrofia muscolare di Duchenne (DMD). La Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha approvato givinostat, un nuovo inibitore dell'istone deacetilasi, per il trattamento di pazienti di età ≥ 6 anni affetti da distrofia muscolare di Duchenne (DMD).

La Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha approvato givinostat, un nuovo inibitore dell'istone deacetilasi, per il trattamento di pazienti di età ≥ 6 anni affetti da distrofia muscolare di Duchenne (DMD).

L'approvazione di givinostat si basa sui risultati dello studio multicentrico, randomizzato, in doppio cieco e controllato con placebo di fase 3 EPIDYS (NCT02851797). Nello studio un totale di 179 ragazzi ambulanti di età pari o superiore a sei anni hanno ricevuto givinostat due volte al giorno o placebo, in aggiunta al trattamento con glucocorticosteroidi. Lo studio EPIDYS ha raggiunto l'endpoint primario, dimostrando che i pazienti che assumevano givinostat mostravano una differenza statisticamente significativa e clinicamente significativa nel tempo di completamento della valutazione dell'arrampicata su quattro scale. Givinostat ha inoltre mostrato risultati favorevoli su endpoint secondari chiave, tra cui il North Star Ambulatory Assessment (NSAA) e la valutazione dell'infiltrazione lipidica mediante risonanza magnetica. La maggior parte degli effetti avversi osservati con givinostat è stata di gravità lieve o moderata. I risultati di questo studio (1) sono appena stati pubblicati su The Lancet Neurology.

Givinostat è un farmaco sperimentale scoperto grazie agli sforzi di ricerca e sviluppo di Italfarmaco in collaborazione con Telethon e Duchenne Parent Project (Italia). Givinostat è un inibitore dell'istone deacetilasi (HDAC) che modula l'attività deregolata delle HDAC nel muscolo distrofico, conseguenza principale della mancanza di distrofina associata alla DMD. Il meccanismo d'azione di givinostat ha il potenziale di inibire l'iperattività patologica delle HDAC nel tentativo di affrontare la cascata di eventi che portano al danno muscolare, contrastando così la patologia della malattia e rallentando il deterioramento muscolare.

"C'è un enorme bisogno insoddisfatto di nuove terapie per la DMD che possano ottenere benefici significativi per un'ampia gamma di pazienti. L'esclusivo meccanismo d'azione di givinostat ha dimostrato un profilo rischio/beneficio positivo e la capacità di ritardare la progressione della malattia, sostenendo il suo potenziale per diventare una componente chiave dello standard of care per le persone affette da DMD", ha dichiarato Craig M. McDonald, professore presso il Dipartimento di Pediatria e Medicina Fisica Riabilitativa dell'Università della California Davis Health e sperimentatore dello studio EPIDYS. "Vorrei ringraziare tutti i pazienti e le loro famiglie che hanno partecipato agli studi clinici e reso possibile questa approvazione".

Givinostat ha ricevuto dalla FDA le designazioni di farmaco prioritario, farmaco orfano e malattia rara pediatrica. Una domanda di autorizzazione all'immissione in commercio (MAA) per givinostat come potenziale trattamento per la DMD è stata presentata all'Agenzia Europea del Farmaco (EMA) ed è attualmente in fase di revisione.

 

1. Mercuri E, Vilchez JJ, Boespflug-Tanguy O, et al. Safety and efficacy of givinostat in boys with Duchenne muscular dystrophy (EPIDYS): a multicentre, randomised, double-blind, placebo-controlled, phase 3 trial. Lancet Neurol. 2024 Apr;23(4):393-403. doi: 10.1016/S1474-4422(24)00036-X.


 

News

18/04/2024

Effetti a breve termine della PEP-mask sulla disomogeneità della ventilazione nei bambini con fibrosi cistica

La fisioterapia respiratoria è parte integrante delle strategie terapeutiche nei pazienti affetti da fibrosi cistica (FC). La maschera PEP...

16/04/2024

Un programma di telemedicina per migliorare le abilità sociali degli adolescenti con neurofibromatosi tipo 1

La neurofibromatosi di tipo 1 (NF1) è una malattia genetica neurocutanea rara, caratterizzata da segni clinici specifici a livello fisico come le macchie caffelatte...

11/04/2024

Colangite biliare primitiva: in arrivo due nuovi farmaci

Si amplia il numero delle opzioni terapeutiche per la colangite biliare primitiva (CBP), una malattia rara e autoimmune del fegato che colpisce soprattutto...

×
Immagine Popup