La Rivista Italiana delle Malattie Rare

JARDIN, la nuova azione congiunta a supporto dell’integrazione...

EURORDIS ha pubblicato il documento di presentazione del progetto...

News 2024
JARDIN, la nuova azione congiunta a supporto dell’integrazione delle ERN

18/06/2024

JARDIN, la nuova azione congiunta a supporto dell’integrazione delle ERN

EURORDIS ha pubblicato il documento di presentazione del progetto JARDIN, la nuova azione congiunta a supporto dell'integrazione delle Reti di Riferimento... EURORDIS ha pubblicato il documento di presentazione del progetto JARDIN, la nuova azione congiunta a supporto dell'integrazione delle Reti di Riferimento... EURORDIS ha pubblicato il documento di presentazione del progetto JARDIN, la nuova azione congiunta a supporto dell'integrazione delle Reti di Riferimento... EURORDIS ha pubblicato il documento di presentazione del progetto JARDIN, la nuova azione congiunta a supporto dell'integrazione delle Reti di Riferimento... EURORDIS ha pubblicato il documento di presentazione del progetto JARDIN, la nuova azione congiunta a supporto dell'integrazione delle Reti di Riferimento...

EURORDIS ha pubblicato il documento di presentazione del progetto JARDIN, la nuova azione congiunta a supporto dell'integrazione delle Reti di Riferimento Europee (ERN) nei sistemi sanitari nazionali. Il documento offre una panoramica di alto livello del progetto, del suo scopo, delle attività pianificate e del suo finanziamento. Si tratta di una risorsa utile per tutti i soggetti attivi nel settore delle malattie rare a livello europeo e per coloro che necessitano di maggiori informazioni sulle iniziative in corso.

Il progetto JARDIN, supportato da 58 istituzioni partner in 29 Paesi, produrrà raccomandazioni, modelli e soluzioni attuabili per favorire l’integrazione delle ERN nei sistemi sanitari nazionali e subnazionali in tutta Europa. Ciò garantirà un’assistenza completa e continua ai cittadini europei affetti da una malattia rara o complessa, migliorando la capacità delle autorità sanitarie nazionali in termini di diagnosi, presa in carico e trattamento.

Le attività previste da JARDIN comprendono:

  • Sviluppo di quadri di riferimento per la governance nazionale delle malattie rare e la garanzia di qualità
  • Ottimizzazione dei percorsi di cura in base alle esigenze dei pazienti e miglioramento dei sistemi di riferimento per l'accesso alla consulenza specialistica delle ERN
  • Proposta di raccomandazioni e modelli per creare o potenziare reti nazionali e altri meccanismi per migliorare il coordinamento e la condivisione delle conoscenze a livello nazionale, fungere da interfaccia con le ERN e sviluppare programmi per le malattie non diagnosticate
  • Miglioramento della gestione e della condivisione dei dati sanitari tra le ERN e le infrastrutture nazionali
  • Produzione di raccomandazioni volte a migliorare il supporto ai Centri esperti che partecipano alle ERN, anche in termini di formazione, condizioni di lavoro e risorse.

Le raccomandazioni e le soluzioni proposte da JARDIN saranno utilizzate dalle autorità sanitarie nazionali per sviluppare le proprie strategie di integrazione sulla base degli specifici contesti. L’auspicio è che, alla conclusione del progetto prevista nel 2027, tutti i Paesi potranno disporre di un piano di attuazione completo, ancorato a ciascuna strategia nazionale per le malattie rare.


 

News

05/07/2024

SLA: nuove prospettive terapeutiche da una molecola in sperimentazione contro la leucemia

I risultati di uno studio (1) di recente pubblicazione suggeriscono che un farmaco già impiegato in terapie sperimentali contro il cancro potrebbe avere effetti...

04/07/2024

Al Gaslini salvata piccola paziente inglese affetta da una patologia rarissima al cuore

Un’equipe cardiochirurgica dell’Istituto Giannina Gaslini, coordinata dal dottor Guido Michielon, responsabile del reparto di Cardiochirurgia, di recente ha svolto...

04/07/2024

Colangite biliare primitiva: nuovi dati di efficacia a lungo termine di elafibranor

In occasione del congresso dell’Associazione Europea per lo Studio del Fegato (EASL) sono stati presentati nuovi dati late-breaking che dimostrano l’efficacia a...

×
Immagine Popup