La Rivista Italiana delle Malattie Rare

News 2021

Tecnologie a sostegno delle disabilità, fragilità e malattie rare: online il nuovo sondaggio

10/12/2021

Tecnologie a sostegno delle disabilità, fragilità e malattie rare: online il nuovo sondaggio

Al via il secondo sondaggio sull’utilizzo delle tecnologie da parte delle persone fragili – ossia persone con disabilità, malattie rare o croniche accomunate da concreti bisogni sociali e sanitari – con il coinvolgimento anche di caregiver e familiari. Al questionario, realizzato dal Centro Nazionale Tecnologie Innovative in Sanità Pubblica (TISP) e dal Centro Nazionale Malattie Rare (CNMR), sarà possibile accedere online fino al 31 dicembre 2021.

Lo scorso anno, gli stessi TISP e CNMR avevano messo a punto l’indagine conoscitiva “Le tecnologie al sostegno della fragilità, disabilità e malattie rare: l’esperienza COVID-19”, diffusa online dal 15 settembre al 30 novembre 2020, dalla quale era emerso che meno del 10% dei soggetti fragili ha usufruito di tecnologie di riabilitazione e/o di supporto terapeutico in remoto e di questi il 31 % ha riscontrato problemi e difficoltà, nonostante nella maggior parte dei rispondenti fosse chiara la portata di tali tecnologie e il desiderio di usufruirne di più e meglio. I risultati di tale indagine sono stati pubblicati nel Rapporto ISS COVID-19 disponibile a questo link.

Con questo secondo questionario si vuole comprendere se i bisogni emersi durante l’emergenza pandemica abbiano favorito e accelerato l’utilizzo di tali tecnologie nel quotidiano dei pazienti.


 

News

29/06/2022

Colangiocarcinoma: ok Aifa a pemigatinib

L’Agenzia Italiana del Farmaco ha approvato la rimborsabilità della monoterapia con pemigatinib per i pazienti adulti con colangiocarcinoma...

20/06/2022

Mucopolisaccaridosi tipo 6: risultati positivi dalla terapia genica

Buone prospettive dalla terapia genica per le persone con mucopolisaccaridosi tipo 6 (MPS 6), rara malattia metabolica di origine genetica...

27/05/2022

Un nuovo protocollo di terapia genica con cellule staminali sfrutta la tecnologia mRNA per evitare la somministrazione di chemioterapia

I ricercatori dell’Istituto San Raffaele-Telethon per la Terapia Genica di Milano descrivono un nuovo protocollo terapeutico che evita gli effetti tossici associati al trapianto di cellule staminali del sangue, migliorandone la sicurezza e ampliando le potenziali applicazioni cliniche in terapia genica

×
Immagine Popup